Siti
Navigare Facile

Origini e Distribuzione

Le Origini e la Distribuzione del Cipresso

Come molti alberi, anche il cipresso potrebbe essere considerato un figlio adottivo delle nostre terre.

Questa splendida specie Ŕ infatti originaria dell'area del Mediterraneo orientale e della Turchia meridionale e si pensa che sin da tempi molto anctichi, le popolazioni di tali zone si siano adoperate per la diffusione del cipresso nelle vicine aree del Mediterraneo ed, in generale, nei territori europei.

In Italia, si pensa siano stati proprio Fenici ad introdurre il cipresso, coltivandolo soprattutto nelle zone mediterranee di cui, come era giÓ allora noto, prediligeva il clima ed il terreno.

Tempo dopo, non si manc˛ di colonizzare anche il nuovo mondo costellando le zone del nord America con grandi piantagioni di cipressi.

Ad oggi, il genere Cupressus, notoriamente amante dei climi caldi, caldo-temperati e talvolta persino aridi, Ŕ ampiamente diffuso in tutto l'emisfero settentrionale: Europa Meridionale, Africa Settentrionale, America del nord e centrale, Asia, Vicino Oriente fino al Vietnam ed alla Cina.

Alcune specie sono poi state particolarmente apprezzate in quanto piante ornamentali e sono state coltivate in tutto il mondo; in fine, a dimostrazione della predilezione dei cipressi per i climi caldi, possiamo affermare che persino nel cuore del deserto del Sahara esistono cipressi che vivono e prosperano a dispetto della siccitÓ.